Articoli

La novena di Natale, sulla via dei Magi

Venerdì 16 dicembre alle 17.00 abbiamo iniziato la novena in preparazione al Natale per tutti i bambini e ragazzi.

Ogni giorno un gruppo in particolare è protagonista con la processione iniziale col canto Si accende una luce, nei prossimi giorni la faranno: martedì  i bambini di 3^elementare, mercoledì i bambini di 4^elementare, giovedì i bambini di tutte le elementari e venerdì i ragazzi delle medie.

Gli animatori ogni giorno mettono in scena una puntata della storia, grazie a quella che ci accompagna quest’anno abbiamo conosciuto tre amici che frequentano la scuola del vecchio saggio.

Tre amici che hanno messo a frutto i loro talenti per partecipare al concorso della scuola. Ognuno di loro aveva  un particolare interesse: Belshar era affascinato dall’osservazione del cielo; Kansbar  non smetteva mai di leggere; Melech era bravissimo in matematica.

Mettendo insieme i loro talenti sono riusciti a tradurre un libro antico che parlava di “un astro che nasce da Giacobbe”, sono riusciti a fare anche una cartina e calcolare dove e quando quell’astro sarebbe sorto. Inutile dire che il loro progetto è stato il più bello di tutti e come premio avrebbero dovuto organizzare una grande festa. Ma nel mentre la loro amicizia si è incrinata e i tre amici sono arrivati a non parlarsi più. Come fare?

In più nella Novena di Natale ogni giorno ci viene dato un impegno da rispettare in attesa della nascita di Gesù. E così il primo giorno ci è stato chiesto di pensare a un motivo per cui ringraziare un proprio maestro (genitori, nonni, insegnanti, catechisti e animatori,…) dicendo una preghiera per lui.

Il secondo giorno ci è stato chiesto di provare a fare attenzione agli altri, se ci accorgiamo che qualcuno viene escluso di fare il primo passo per accoglierlo. Il terzo giorno ci è stato chiesto di non essere pigri e quando ci chiedono di fare qualcosa di non tirarci indietro. Il quarto giorno di ringraziare Gesù per i tanti doni che abbiamo ricevuto.

Inoltre durante la novena di Natale si può partecipare alla raccolta di generi alimentari per le famiglie più in difficoltà della Parrocchia, per ricordarci che “Tuo fratello ha fame”. L’iniziativa è seguita dal gruppo dei ragazzi di terza media dell’oratorio in collaborazione con la Caritas parrocchiale.

Appuntamento a domani alle 17.00 per il quinto giorno!